Eventi Valle


Aosta PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 03 Giugno 2016 18:25

AOSTA

CSV - Via Xavier de Maistre, n. 19


Mercoledì 15 giugno 2016 - ore 21


PUBBLICO  INCONTRO

su

Separazioni: i nuovi orientamenti della giurisprudenza sulla PAS (sindrome di alienazione genitoriale) e sull’audizione dei figli minori


L’incontro-dibattito, presieduto dal prof. Ubaldo Valentini, presidente dell’associazione, è aperto a tutti.

 

***

La Suprema Corte di Cassazione con due importanti sentenze ha rivoluzionato la giurisprudenza odierna con la necessità dell’audizione dei minori inferiori ai dodici anni per essere consultati sulle decisioni inerenti il loro affido o collocazione nelle separazioni ed ha riconosciuto, dinnanzi al rifiuto di un figlio dell’altro genitore, la possibile esistenza della manipolazione da parte del genitore collocatario o affidatario.

La Pas può esistere e dunque compete ai giudici indagare sulle reali ragioni per cui un figlio rifiuta il genitore con cui non vive e, in caso di positivo riscontro, i figli devono essere tolti immediatamente al genitore responsabile del danno psico-fisico ed esistenziale arrecato loro. Non solo. Ciò comporta, inevitabilmente, che il genitore artefice dell’alienazione dovrà essere condannato a risarcire economicamente sia i minori sia l’altro genitore a cui è stato negato il diritto alla genitorialità.

Durante l’incontro-dibattito verrà analizzata, con l’intervento di un legale, l’importanza di queste due pronunce che rivoluzionano la prassi in uso in tantissimi tribunali italiani che di fatto penalizzano i minori stessi e il genitore non collocatario/affidatario.

***

Coloro che volessero informazioni su separazioni e divorzi, sui diritti dei minori e del genitore non collocatario e sul funzionamento delle istituzioni valdostane nella tutela dei figli di genitori non più conviventi possono contattare lo staff dell’associazione presente ad Aosta da martedì 14 a giovedì 16 (ore 15). Per informazioni e per prenotazione telefonare al 347.6504095 o scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Giovedì 23 Giugno 2016 18:43
 
AOSTA: Pubblico dibattito sul decreto legge n. 93 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 18 Settembre 2013 17:34

Tutela dell’uomo nelle separazioni

dalle false accuse  della ex-compagna

 

Con il d.l. n. 93 del 14.8.2013, il governo, per prevenire il fenomeno del femminicidio, ha inasprito la repressione penale dei fenomeni anche di maltrattamenti in famiglia, di violenza sessuale e di atti persecutori (stalking). Sono previste aggravanti se le violenze avvengono  in presenza di minori e se sono rivolte a donne in stato di gravidanza e quando il delitto viene commesso dal coniuge, anche se divorziato o separato, o dal partner. Le denunce possono essere anche anonime. La donna, indipendentemente dal reddito, usufruisce del patrocinio gratuito a spese dello Stato.. I parlamentari nei prossimi mesi sono chiamati a convertire questo decreto in legge, apportando eventuali modifiche. A tal fine si terrà, in Aosta, una

 

 

Pubblica Assemblea venerdì 27 settembre alle ore 20,30

presso la sala conferenze del  CSV ( Aosta - via Via Xavier de Maistre, n. 19 g.c.)

 

Nelle separazioni, come evidenziato dalle statistiche nazionali, quasi sempre si ricorre da parte delle ex-mogli e compagne a pretestuose e false denunce di  maltrattamenti in famiglia da parte degli ex-partner e padri dei loro figli. I tribunali, già con troppa sollecitudine e senza il doveroso riscontro, li condannano immediatamente.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Settembre 2013 18:16
Leggi tutto...
 
7 Aprile 2013 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 03 Aprile 2013 16:44

Un fiore per un amaro silenzio

A partire dal 2006, ogni anno e in tutto il mondo il 7 aprile si tiene il World Memorial Day (Giornata Mondiale della Memoria) per ricordare tutti i padri separati che si sono suicidati per il dolore di essere stati privati dei figli. La data non è casuale ma ricorda il  giorno in cui dinnanzi al Tribunale di Aosta nel 1996 il primo padre separato, Antonio Sonatore, si suicidò, dandosi fuoco per protestare contro il giudice che gli aveva negato il diritto di vedere sua figlia.

Da tempo soci e  cittadini aostani, ex-alunni che hanno conosciuto da vicino questo padre che lottava per far valere il suo diritto alla paternità mentre le istituzioni lo ignoravano anche dopo la sua tragedia, ci chiedono con insistenza che il 7 aprile sia anche ad Aosta – come lo è in tutto il mondo – l’occasione per riflettere sulla difficile situazione dei padri separati che troppo spesso sono vittime di pubbliche istituzioni frettolose, talvolta non rispettose delle pari opportunità nel diritto di famiglia e che  non sempre tutelano il diritto dei minori alla bigenitorialità.

Sono passati 17 anni da quell’estremo gesto di Antonio Sonatore che cercava una diversa presenza delle istituzioni e parte della città che conta, le quali, invece, preferivano una diversa logica operativa più ideologica e di opportunità.

Chi protesta pubblicamente per una causa giusta – ieri come oggi - è scomodo soprattutto per le istituzioni e per coloro che ideologicamente operano nei tribunali e nei servizi sociali ma non sempre sono animati dal sentimento di rispetto dell’uguaglianza sociale e genitoriale. Le istituzioni hanno immediatamente estromesso dalla memoria civica quel gesto perché ritenuto, forse, un atto di cui vergognarsi. Altra assurdità!

Leggi tutto...
 


NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più.

EU Cookie Directive Module Information