PDF Stampa

Per fortuna esiste anche un’altra realtà assistenziale


Vivo da alcuni anni con una persona che è stata ospitata in uno di queste residenze protette italiane dopo le ripetute aggressioni del compagno. Allora non aveva figli e il racconto che mi ha fatto e continua a farmi della comunità che le ha dato assistenza ed ospitalità è ben diversa forse perché diversamente era amministrata dai responsabili del centro antiviolenza: professionalità e trasparenza erano requisiti richiesti ai dirigenti e agli operatori e, in assemblea con gli ospiti, settimanalmente discutevano la gestione della struttura.

Personalmente, avendone le possibilità, da tre anni con profonda gioia sostengo economicamente alcune loro iniziative sociali e culturali. Sono profondamente convinto che le strutture sane debbano essere aiutate da tutti e da tutti debbano essere fermate (chiuse) quelle con finalità belle ma non rispettate. (Marcello Rossi)

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più.

EU Cookie Directive Module Information